MMA, Wuxing e Judo: tre sport da combattimento con significati simili

Le arti marziali miste sono una pratica sportiva aggressiva a pieno contatto basata su prese, colpi e sottomissioni, spesso basata sull’uso di tecniche di molti altri sport da combattimento e discipline marziali di tutto il mondo. Si svolge in una grande arena o in una gabbia più piccola e si svolge per incontri competitivi tra due “atleti” – di solito composti da due uomini, ognuno dei quali indossa un equipaggiamento protettivo e combatte con l’avversario usando solo le mani e i piedi. Le partite sono solitamente un misto di colpi e prese e di solito si svolgono in una varietà di luoghi tra cui hotel, strutture di formazione private, centri sociali e bar. Non ci sono regole per le partite; i combattenti possono usare quello che vogliono purché non vadano a danneggiare troppo l’altra persona. Ogni incontro dura fino a dieci minuti e il risultato può essere una vittoria per sottomissione o un cosiddetto knockout. A differenza della boxe tradizionale, non ci sono arbitri che interrompono la partita in caso di atterramento accidentale o in caso di fallo.

Per qualificarsi al torneo, i partecipanti devono aver vinto almeno tre combattimenti precedenti ed essere classificati tra i primi cinque della loro rispettiva classe di peso. Inoltre, un concorrente deve anche essere registrato negli Stati Uniti o in Canada e possedere una licenza professionale corrente. Questo di solito vale in tutti i paesi del mondo anche se alcuni sono in un certo senso più permissivi rispetto ad altri, però è chiaro che per svolgere questo tipo di attività sportiva che spesso è anche abbastanza aggressiva, occorre essere un professionista. Il primo combattimento avviene indipendentemente da chi partecipa, ma un incontro è ammissibile solo se ci sono almeno tre giudici. Il primo round di solito vede i giudici selezionare un combattente da una lista di contendenti. L’incontro è migliore tre volte su cinque.

Anche se le arti marziali miste sono spesso paragonate al pugilato tradizionale, hanno alcune differenze. Oltre al fatto che non ci sono arbitri e sono coinvolti molti colpi, hanno una struttura completamente diversa dal pugilato. Anche se il sistema di punteggio è diverso, entrambi gli sport richiedono molta velocità e potenza esplosiva. Come nella boxe tradizionale, la vittoria non è sempre garantita. Anche se la competizione è feroce, ci sono molte strategie disponibili per sconfiggere un avversario.

Qui trovate altre informazioni sul sito Internet https://www.tuttoperartimarziali.it/.