Cos’è uno Smart Watch?

Uno smartwatch è in sostanza un computer in miniatura indossabile a forma di orologio; la maggior parte degli smartwatch moderni offrono un’interfaccia digitale integrata per l’uso regolare, mentre una corrispondente applicazione per smartphone offre invece ad esempio delle funzioni di tracciamento e telemetria. Tuttavia, gli smartwatch non funzionano solo su un singolo schermo, ma forniscono anche una possibilità di visualizzazione su degli schermi multipli che sono collegati tra loro per produrre un display integrato, il che rende la visualizzazione e il funzionamento più semplice rispetto agli orologi da polso tradizionali che oggi si possono trovare in vendita sul mercato. Gli smartwatch stanno diventando sempre più popolari con una varietà di usi diversi. Qui parleremo di come funzionano gli smartwatch e del perché si potrebbe scegliere di acquistarne uno.

Gli smartwatch sono di fatto dei dispositivi molto particolari che sono in grado di accedere a delle informazioni personali e private tramite un dato microprocessore. L’interfaccia utente di questi dispositivi è nota come “chip GPS “Global Positioning System”. La tecnologia GPS esiste dagli anni ’90 e funziona fornendo una posizione basata sui satelliti che orbitano sopra di essa. Il chip utilizza un database per memorizzare tutti i dettagli sulla posizione attuale della posizione attuale dell’utente. Una volta conosciuta la posizione, l’utente può inserire queste informazioni nello smartphone e lo smartwatch calcolerà la velocità necessaria per arrivare dalla sua posizione attuale a destinazione, in modo facile, comodo e rapido. A quel punto lo smartphone invia un segnale al telefono cellulare via Bluetooth per informarlo del percorso desiderato e del tempo necessario per raggiungerlo, in tutta comodità e sicurezza.

Da quando la tecnologia GPS è in circolazione da così tanto tempo, lo smartphone e il tracciamento GPS di fatto sono diventati un partner naturale. Lo smartphone può inviare i dati allo smartwatch per l’utilizzo delle sue funzioni di navigazione, comprese le mappe e le indicazioni stradali. Uno smartwatch può quindi trasmettere queste informazioni allo smartphone e visualizzare tutte le informazioni sulla posizione corrente e sul viaggio su uno schermo più grande, più grande. Quando accoppiato a uno smart phone, uno smartwatch diventa inoltre anche una sorta di mini computer che è in grado di monitorare, tra le altre cose, la frequenza cardiaca e di visualizzare la distanza percorsa in tempo reale. Lo smartphone può quindi inviare queste informazioni all’orologio da polso, che può visualizzare l’orario stimato di arrivo a destinazione.

Vuoi sapere altro sull’argomento? Visita pure il sito www.activity-tracker.it